PREDESTINATION di -Peter Spierig, Michael Spierig- recensione di Stefania De Zorzi

luglio 13, 2015 at 5:48 pm Lascia un commento

predestination

Il cinema d’estate, per gran parte degli italiani, è un ossimoro: ed è
un peccato, perché si penalizzano ingiustamente film interessanti e di
buona fattura come “Predestination”, diretto dai fratelli Michael e
Peter Spierig. La trama, ispirata ad un racconto breve di fantascienza
di Robert A. Heinlein, è incentrata su John, agente di
un’organizzazione governativa segreta che viaggia a ritroso nel tempo
per cercare di sventare un terribile attentato da parte di un
criminale mai catturato, soprannominato “Fizzle Bomber”, e cambiare
così il suo presente, evitando migliaia di morti innocenti. E’ bene
non svelare nessun altro particolare della storia, che gioca sui
paradossi temporali portati alle estreme conseguenze, affrontando
anche temi scabrosi come l’identità sessuale e le coercizioni intrise
di manipolazione del potere. Naturalmente si parla anche, visto il
titolo, del dilemma dell’uomo artefice del proprio fato, piuttosto che
predestinato ad intraprendere percorsi obbligati in punti focali della
propria esistenza. Una materia molto ricca, con una trama di
fantascienza che parte nel primo tempo come la storia drammatica delle
peripezie di un’orfana negli anni Cinquanta e Sessanta, per poi
svoltare di colpo verso sentieri assolutamente imprevisti. Tutto, nel
film, tende a spiazzare lo spettatore: dall’ambientazione in un futuro
già passato (quello da cui proviene l’agente John/Ethan Hawke),
alternata ad un passato più remoto con delle anomalie (in cui si muove
la giovane Jane/Sarah Snook), alla progressiva scoperta
dell’incredibile verità che si cela dietro ai due protagonisti, al
ritmo, inizialmente lento, e poi in progressiva accelerazione fino al
gran finale. E’ un film volutamente non giocato sugli effetti
speciali, quanto su eleganti atmosfere da fantascienza retrò, con
dialoghi intelligenti, un montaggio raffinato e ottimi interpreti. Da
non perdere, malgrado l’estate, con la consapevolezza che, per
comprendere la storia ed i suoi protagonisti, è indispensabile la
sospensione dell’incredulità di fronte alla soluzione paradossale del
ben congegnato gioco di incastri messo in atto.

Annunci

Entry filed under: Notizie.

I DISCHI PIU’ VENDUTI AD ALPHAVILLE NEL MESE DI GIUGNO SPY di -Paul Feig- recensione di Stefania De Zorzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
luglio: 2015
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Blog Stats

  • 139,532 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: