Archive for marzo, 2015

Godspeed You! Black Emperor -Asunder, Sweet And Other Distress- recensione di Paolo Ligutti

god

Niente di nuovo sul fronte post-rock… Forse sì, ma l’album (breve) è potente, solido e coerente più di qualsiasi altra uscita precedente della band.

L’idea è quella di creare l’impatto di una suite orchestrale in 4 movimenti.

Il primo è una lunga ouverture per chitarre, bassi e batteria, priva di fronzoli, dove sulla struttura retta da pesanti, ripetitivi, lenti riff quasi doom, vengono innestate alcune magnifiche variazioni chitarristiche.

Niente fiati.

Né field recordings.

L’esplosione di chitarre e bassi con la quale si chiude questa lunga introduzione si trasforma in un crepitio (sempre prodotto da feedback di chitarre) che lentamente lascia spazio a suoni più astratti, rumori indefiniti e, infine, a un unico ossessivo suono generato da un synth e da un basso distorto che trasforma la suite in una magnifica, dilatata sinfonia drone ambient (il secondo e il terzo movimento: nel terzo intervengono anche alcuni archi e fiati). A rompere la monotonia dronica, l’ultimo euforico movimento, quello più autenticamente post-rock nella sua lunga progressione percussiva…

marzo 30, 2015 at 7:10 pm Lascia un commento

LISTA RECORD STORE DAY 2015

RECORD 015

I dischi sono tutti in tiratura limitata,  per ordini rivolgersi direttamente al negozio.

NON MANDATE E-MAIL TELEFONATE! 0523-33 71 57

A PREGNANT LIGHT 7-ST. EMACIATION 1 12in
ADAMS, RYAN 7-COME PICK ME UP 1 12in
AFTERVEINS SHOWERS -LTD- 1 LP
A-HA TAKE ON ME -10″- -PD- 1 12in
AIR 7-PLAYGROUND LOVE 1 12in
ALEXANDER, SHANE 7-I WILL DIE ALONE 1 12in
AMANAZ AFRICA 2 LP
ANASTASIO, TREY -BAND- 7-BOUNCE 1 12in
ARLING & CAMERON 7-CITYHOPPING -LTD/PD- 1 12in
ART A.K.A. SPOOKY TOOTH 7-WHAT’S THAT SOUND 1 12in
B.R.M.C. 7-WEAPON OF CHOICE/NEED.. 1 12in
BANKS BANKS 1 LP
BARRETT, SYD/R.E.M. 7-DARK GLOBE 1 12in
BEAT 7-SINGLES BOX SET -LTD- 13 12in
BEE GEES EXTENDED EP 1 12in
BETSCH, JOHN -SOCIETY- EARTH BLOSSOM -DELUXE- 1 LP
BETTER THAN A THOUSAND JUST ONE 1 LP
BIFFY CLYRO PUZZLE 2 LP
BIG DATA 7-DANGEROUS 1 12in
BIRDS THAT CHANGE COLOUR ON RECORDING BIRDS 1 LP
BLACKBERRY SMOKE WOOD, WIRE AND ROSES.. 1 12in
BLUE MOUNTAIN EAGLE BLUE MOUNTAIN EAGLE 1 12in
BLUNDETTO WORLD OF -LP+7″- 3 LP
B-MOVIE 7-THEY FORGET/TRASH &.. 1 12in
BONAMASSA, JOE RECORD STORE DAY.. 1 LP
BOWIE, DAVID 7-CHANGES -PD- 1 12in
BOWIE, DAVID/TOM VERLAINE 7-KINGDOM COME 1 12in
BUILT TO SPILL UNTETHERD MOON -LP+CD- 2 12in
BUSY P GYPSY LIFE 1 12in
BUTLER, JOHN OCEAN 1 12in
BUZZCOCKS 7-WAY -LTD- 1 12in
CAMERA SHY 7-CRYSTAL CLEAR 1 12in
CARLISLE, BELINDA HEAVEN IS A PLACE.. -PD- 1 LP
CASH, JOHNNY 7-MAN COMES AROUND 1 12in
CERRONE SUPER DISCO SOUND 2 12in
CHERRY, DON & LATIF KHAN MUSIC/SANGAM -DELUXE- 1 LP
COBRA SKULLS 7-LIVE AT THE BBC 1 12in
COLE, NAT KING UNFORGETTABLE -10″- 1 12in
CREATIVE ADULT 7-RING AROUND THE ROOM 1 12in
CYPRESS HILL 7-PHUNCKY FEEL 1 12in
DAG NASTY MINORITY OF ONE 1 LP
DEAD MILKMEN BEELZEBUBBA -LTD- 1 LP
DEATH BY STEREO IF LOOKS COULD KILL I’D.. 1 LP
DEATH CAB FOR CUTIE/FREED 7-BAD REPUTATION 1 12in
DEEP PURPLE 7-BLACK NIGHT/SPEED KING 1 12in
DEEP PURPLE BOOK OF TALIESYN (MONO) 1 LP
DEXY’S MIDNIGHT RUNNERS DON’T STAND ME DOWN 1 LP
DIRE STRAITS 7-HONKY TONK DEMOS 2 12in
DJANGO DJANGO 7-BEGINNING TO FADE 1 12in
DOORS STRANGE DAYS (MONO) 1 LP
DOTAN 7-HUNGRY 1 12in
DOTT AND NIGHT SCHOOL CAROUSEL -LTD- 1 LP
DOWD, JOHNNY/MARK LOTTERM 7-1953/TIME GOES BY 1 12in
DR. STRANGELY STRANGE KIP OF THE SERENS 1 LP
DRESDEN DOLLS YES VIRGINIA/NO VIRGINIA 3 LP
DUNLAP, SLIM OLD NEW ME/TIMES LIKE.. 1 LP
DURY, IAN & BLOCKHEADS NEW BOOTS AND PANTIES +.. 2 LP
EARLE, STEVE/ROBERT JOHNS TERRAPLANE BLUES -10″- 1 12in
ECHOSMITH ACOUSTIC DREAMS 1 12in
ELECTRIC CENTURY ELECTRIC CENTURY.. -LTD- 1 12in
ELECTRIC WIZARD TIME TO DIE 2 LP
EMPIRE OF THE SUN WALKING A DREAM 1 LP
ERIKSSON DELCROIX IN NASHVILLE TENNESSEE 1 LP
EVERYMEN 7-SPACESHIP OPENING -LTD- 1 12in
EYEDEA & ABILITIES E&A -PD- 2 LP
FAME, GEORGIE SOUL 1 LP
FLAMING LIPS BAD DAYS -10″- 1 12in
FLAMING LIPS BRAINVILLE -10″- 1 12in
FLAMING LIPS THIS HERE GIRAFFE -10″- 1 12in
FOTHERINGAY 7-BRUTON TOWN 1 12in
GAINSBOURG, SERGE ET LE CINEMA -LTD- 1 LP
GAMEFACE EVERY LAST TIME 1 LP
GAYE, MARVIN 7-HOW SWEET IT IS TO BE.. 1 12in
GENESIS FROM GENESIS TO.. -HQ- 6 LP
GLASS ANIMALS RSD 2015 REMIXES -EP- 1 12in
GOBI, LEILA LEILA -HQ- 1 LP
GOBLIN 7-CHI? 1 12in
GODS GENESIS (MONO) 1 LP
GRATEFUL DEAD WAKE UP TO FIND OUT 5 12in
HALLYDAY, JOHNNY 7-SEUL -PD- 1 12in
HANCOCK, HERBIE MAIDEN VOYAGE 1 LP
HAPPY MONDAYS PILLS’N’THRILLS &.. 1 LP
HARVEY, ALEX -SENSATIONAL 7-MIDNIGHT MOSES 1 12in
HAWKWIND HAWKWIND 1 LP
IN THIS MOMENT 7-SEX METAL BARBIE 1 12in
INDIO BRAVO 7-BREAKDOWN -LTD- 1 12in
INSURGENCE DC 7-POISON PROFITS -LTD- 1 12in
INTERNATIONAL NOISE CONSP LIVE AT OSLO JAZZ FES.. 1 LP
J DILLA 7-FUCK THE POLICE 1 12in
JESUS & MARY CHAIN PSYCHOCANDY – 30TH.. 1 LP
JETHRO TULL LIVE AT CARNEGIE HALL 2 LP
JONES, GRACE I NEED A MAN 1 12in
JONES, TOM 7-CHILLS & FEVER 1 12in
JURASSIC 5 QUALITY CONTROL 4 LP
KAGOULE 7-BASTARD/MONARCHY 1 12in
KENJI MINOGUE DE GROETJES 1 LP
KIDS FLABBERGASTED – LIVE AT.. 1 LP
KIND OF LIKE SPITTING NOTHING MAKES SENSE.. 2 LP
KING CRIMSON LIVE AT THE MARQUEE 1969 1 CD
KING CRIMSON LIVE AT THE MARQUEE 1971 2 CD
KING CRIMSON LIVE IN GUILDFORD 1972 1 CD
KMD BLACK BASTARDS 3 CD
LAST, JAMES 7-EVERYDAY PEOPLE 1 12in
LEE, BEN 7-BIG LOVE 1 12in
LEFTO DUNKIN’ MUNCHKIN$ 1 LP
LEVITATION NEVER ODD OR EVEN 1 LP
LIMINANAS 7-TIME WILL TELL 1 12in
LITTLE DRAGON PINK CLOUD 1 12in
LORD SITAR LORD SITAR 1 LP
MACCABEES COLOUR IT IN 1 LP
MAN MADE CARSICK CARS -EP- 1 12in
MARLEY, BOB 7-EARLY YEARS COLLECTION 12 12in
MARLING, LAURA 7-FALSE HOPE 1 12in
MARR, JOHNNY 7-I FEEL YOU 1 12in
MARTYN, JOHN 7-COCAINE/LONDON.. 1 12in
MASTODON ATLANTA -PD- 1 12in
MC LYTE LEGEND 1 LP
METALLICA NO LIFE ‘TIL LEATHER 1 MC
METRONOMY BOY RACERS 1 12in
MIGHTY MIGHTY BOSSTONES QUESTION THE ANSWERS-LTD- 1 LP
MOLECULE 60 DEGREES 43′ NORD 1 LP
MONTY PYTHON 7-GALAXY SONG 1 12in
MOORE, CHRISTY PADDY ON THE ROAD 1 LP
MOORE, DENAI BLAME 1 12in
MORBID ANGEL JUVENILIA 1 LP
MORRICONE, ENNIO SPASMO (HAND EDITION) 1 LP
MORRICONE, ENNIO SPASMO (MOUTH EDITION) 1 LP
MORRICONE, ENNIO MY NAME IS NOBODY 1 LP
MURO, DON 7-AS LONG AS I’VE GOT YOU 1 12in
MY BABY 7-REMEDY 1 12in
MYSTERY ARTISTS 7-MYSTERY 1 12in
NELSON, WILLIE TEATRO 2 LP
NEW MADRID DAWN TEETH RATTLING 1 LP
OF MONTREAL SNARE LUSTROUS DOOMINGS 2 LP
OFF! LIVE FROM THE BBC -10″- 1 LP
ONEHUNDREDONE-ERS ELGIN AVENUE BREAKDOWN 2 LP
ORCHESTRAL MANOEUVRES IN JULIA’S SONG -10″- 1 12in
ORIGINAL BROADWAY CAST HEDWIG & THE ANGRY INCH 1 LP
ORIGINAL LONDON CAST ROCKY HORROR SHOW -PD- 1 LP
OST FRANK 1 LP
OST UTOPIA SERIES 2 2 LP
OST NORTHERN SOUL -LTD- 2 LP
PAGANS PIRATE’S COVE 9/24/79 1 LP
PARSONS, GRAM/LEMONHEADS 7-BRASS BUTTONS 1 12in
PASTORIUS, JACO WARNER BROS. YEARS VBO 1 LP
PERRY, LEE 7-BACK ON THE CONTROLS 5 12in
PERRY, LEE BLACKBOARD RE-VISION 1 12in
PITY SEX 7-EUCLID 1 12in
PIZZA UNDERGROUND 7-PU DEMO -LTD- 1 12in
PLACEBO PLACEBO -HQ- 1 LP
PLANT, ROBERT MORE ROAR -10″- 1 12in
POISON IDEA 7-JUST TO GET AWAY -PD- 1 12in
PUIG DESTROYER PUIG DESTROYER 1 LP
PYTHON LEE JACKSON FT. RO 7-IN A BROKEN DREAM 1 12in
RAINBOW FFOLLY SALLIES FFORTH (MONO) 1 12in
REDDING, OTIS OTIS BLUE -LP+7″- 2 LP
REICH, STEVE MUSIC FOR 18 MUSICIANS 2 LP
REPLACEMENTS ALEX CHILTON -10″- 1 12in
RIDE OX4 2 LP
RIVAL SONS 7-BLACK COFFEE/LONG AS.. 1 12in
ROBINSON, RICH 7-I REMEMBER 1 12in
ROCKY VOTOLATO 7-LIGHT AND THE SOUND EP 1 12in
ROXY MUSIC LADYTRON -10″- 1 12in
RPM TURNTABLE BASEBALL 7-TWO GAMES, ONE.. -LTD- 1 12in
SAINTS ETERNALLY YOURS 1 LP
SELF 7-MONOGAMY/COULD YOU.. 1 12in
SEX PISTOLS NEVER MIND THE.. -PD- 1 LP
SHEPHERD, KENNY WAYNE A LITTLE SOMETHING FROM.. 1 LP
SHOCKWAVE THIS WORLD IS OURS 2 LP
SIMPLE MINDS CELEBRATE – LIVE -LTD- 2 LP
SIMPLE MINDS 7-WATERFRONT -PD- 1 12in
SINATRA, FRANK SONGS FOR YOUNG LOVERS 1 12in
SIOUXSIE & THE BANSHEES JOIN HANDS -SPEC- 1 LP
SLOW CLUB SWAM OUT TO GREET YOU 1 LP
SMALL FACES FRENCH EP BOX 5 12in
SOKO 7-OCEAN OF TEARS 1 12in
SOUL STIRRERS DARJEELING LIMITED 1 LP
SOUND PROPAGANDA -10″- -LTD- 2 12in
SPRINGFIELD, DUSTY 7-WHAT’S IT GONNA BE 1 12in
STONE SOUR MEANWHILE IN BURBANK 1 12in
STOOGES LIVE AT UNGANO’S 2 LP
SUEDE DOG MAN STAR -LIVE/LTD- 2 LP
SUMMER, DONNA ANOTHER PLACE AND.. -LTD- 5 12in
SUPERGRASS 7-SOFA (OF MY LETHAGY) 1 12in
SYLVIAN, DAVID & RYUICHI 7-BAMBOO HOUSES/BAMBOO.. 1 12in
T. REX LIGHT OF LOVE -PD/LTD- 1 LP
TEARS FOR FEARS SHOUT/EVERYBODY WANTS.. 1 12in
TEGAN & SARA LIVE AT ZIA RECORDS 1 12in
TOMORROW TOMORROW (MONO) 1 LP
TOXIC SHOCK 7-SOME RECORD LABELS.. 1 12in
TUBELIGHT STRAIGHT INTO THE SUN-10″ 1 12in
TV ON THE RADIO TROUBLE/DUBBLE 1 12in
TWENTY ONE PILOTS LC LP 1 12in
U2 AGE OF INNOCENCE 2 LP
UNITY 7-YOU ARE ONE 1 12in
USE OF ASHES PINK ASHES 1 LP
USED SHALLOW BELIEVER 1 12in
V/A THAI POP SPECTACULAR-LTD- 2 LP
V/A TUFF CITY -33 1/3.. 5 LP
V/A 7-CINEVOX 5 5 12in
V/A FURIOUS HOOPS VOL.01-LTD- 1 LP
V/A GODS OF GRIND 2 LP
V/A LIVE FROM HIGH.. 1 LP
V/A POLYVINYL 4-TRACK.. 1 LP
V/A SESSIONS ’64!! -10″- 1 12in
VENOM FROM THE VERY DEPTHS 2 LP
VIDNAOBMANA CIRCUIT ABSTRACT 1 LP
WANTON BISHOPS 7-SHAKE 1 12in
WARWICK, DIONNE/STRANGLER 7-WALK ON BY 1 12in
WEEKEND NACHOS 7-WN 1 12in
WHITE STRIPES GET BEHIND ME SATAN -LTD- 2 LP
WHO 7-BE LUCKY/CAN’T EXPLAIN 1 12in
WIBBLEY BROTHERS GO WEIRD 1 LP
WOMBATS 7-GREEK TRAGEDY (RMXS) 1 12in
WONDERLAND PHILHARMONIC SHOGUN ASSASSIN 1 LP
WU-TANG CLAN PROTECT YA NECK 1 12in
YARDBIRDS ROGER THE ENGINEER -PD- 1 LP
YOUNG THE GIANT MIRRORBALL -10″- 1 12in
ZAPPA, FRANK 7-200 MOTELS 1 12in
ZOMBIES 7-SHE’S NOT THERE 1 12in
ADAM & THE ANTS 7-KINGS OF THE WILD 1 7″INCH
JONES, SHARON & DAP 7-LITTLE BOYS WITH 1 7″INCH
NO MORE SUICIDE COMMANDO 1 12″INCH
PSYCHEDELIC FURS MIRROR 1 LP
FLORENCE & THE MACHINE WHAT KIND OF MAN 1 12″INCH
HUNGER, SOPHIE 7-LOVE ISN’T THE ANSWER 1 7″INCH
ZOMBIE, ROB SPOOKSHOW INTERNATIONAL LIVE 2 LP

 

marzo 20, 2015 at 6:47 pm Lascia un commento

BLACKHAT “Michael Mann”

 

BLACKHAT

Il mondo virtuale contrapposto a quello reale: c’è davvero una
differenza fra i due, o sono ormai talmente compenetrati da rendere
obsoleta la classica distinzione? Michael Mann affronta il tema nel
suo ultimo film, “Blackhat”, di cui è regista e co-sceneggiatore:
Chris Hemsworth interpreta il ruolo di Nicholas Hathaway, hacker
condannato ad un lungo periodo di detenzione, che accetta di
collaborare con l’FBI e con agenti del governo cinese per scovare uno
spietato criminale informatico, il “Blackhat” (una sorta di uomo nero)
del titolo. Fra battaglie informatiche e cruente sparatorie troverà
l’amore della bella Tang Wei/Lien Chen, mettendo nel contempo a
repentaglio la propria vita per sventare i piani del suo feroce
antagonista, in una corsa contro il tempo fra Stati Uniti, Cina,
Hong-Kong, Malesia e gran scontro finale a Jakarta. Per buona parte
del primo tempo lo stile serrato e grintoso di Mann è latitante,
mentre i vari personaggi confluiscono lentamente verso un’unica
direzione, e si accumulano gli indizi con una certa svogliatezza: il
secondo tempo è invece tutt’altra cosa, e lo spettatore riconosce
nelle sparatorie che non risparmiano né buoni né cattivi, e nel
susseguirsi incalzante degli avvenimenti lo stile asciutto, preciso e
teso fino allo spasmo già apprezzato in “Heat” o in “Collateral”. La
violenza nel mondo virtuale corrisponde a morte e distruzione in
quello reale, e gli hacker si affrontano con pistole, pugni e
coltelli, oltre che con virus e trabocchetti nella rete; il nerd
gracile o sovrappeso di tante pellicole precedenti viene sostituito
dall’aitante e muscoloso Chris Hemsworth, che fatica a liberarsi dai
panni eroici del possente Thor. Il cast di contorno è di buon livello,
su tutti spicca Viola Davis/Carol Barrett, nei panni di un risoluto e
brillante agente FBI, figura di donna affascinante e coraggiosa, al di
fuori dei canoni della bellezza classica. Nel complesso un film
imperfetto, in cui Michael Mann, forse stanco del genere e delle sue
convenzioni, è meno attento che in passato alla coerenza dello stile e
alle psicologie dei personaggi, talvolta banalizzate (Nicholas
Hathaway che prende di mira le banche ma non le persone ne è un
esempio). Tuttavia da vedere, oltre che per le ottime scene d’azione e
per i protagonisti simpatici, anche per lo sforzo di rendere
intelligibili al pubblico i contenuti informatici della trama e la
consequenzialità degli eventi, senza i salti logici e le incongruenze
narrative di tanto cinema di genere.

Stefania De Zorzi

marzo 20, 2015 at 10:40 am Lascia un commento

FOXCATCHER – Una storia americana -Bennett Miller- micro recensione di Carlo Confalonieri.

foxcatcher-new-quad

Foxcachter-sportincubo in palestranevrosi.

Miliardario megalomane sub madre castrante sottomette campione lotta come riscatto squallore.

Tra 2 volti malati usa fratello allenatore sanopositivo non fermera’  tragedia di 2 follie al tappeto.

Attrazioneomo plagio ricerca approvazione materna l’uno, paterna l’altro.

Norman Bates di Psycho, Kane di quarto potere uniti da slitta  foto finale.

Rosemont-rosebud.

Capolavoro.

Bennett Miller tra giganti  Cine-U.S.A.

Cast sublime.

marzo 14, 2015 at 6:02 pm Lascia un commento

SHAUN – Vita da pecora -il film-

 

PECORA

“Shaun – Vita da pecora: il film”, girato con la tecnica dei pupazzi
in stop-motion da Mark Burton e Richard Starzack, vince la scommessa
di un lungometraggio d’animazione completamente muto, ad eccezione dei
versi degli animali e di borbottii inintelligibili emessi dagli esseri
umani, che rimane godibilissimo dall’inizio alla fine anche per lo
spettatore adulto. Nella fattoria perfetta condotta da un benevolo
allevatore, le pecore conducono un’esistenza serena ma noiosa,
scandita dai ritmi naturali della veglia, del sonno e della tosatura,
finché la pecora Shaun, dal carattere tutt’altro che remissivo, decide
di concedere a se stessa e alle proprie compagne un giorno di vacanza
apparentemente innocuo. Una serie di eventi imprevisti trasforma la
marachella in un incubo, in cui il fattore si ritrova privo di memoria
nella “Grande Città”, mentre le pecore e il cane da pastore Bitzer si
mettono alla sua ricerca, tentando nel contempo di scampare alle
insidie della vita cittadina. La trama è ben articolata, fra gag
comiche (la scena al ristorante è forse la più esilarante), avventura
e pathos: il pubblico adulto può cogliere citazioni (la fuga sotto
travestimento in certi film sui nazisti) e capovolgimenti (il cane
randagio brutto e dolcissimo e la scena nella “casa di detenzione”,
aggiornamenti ironici di “Lilli e il Vagabondo”). Nel mondo di Shaun
gli esseri umani non sono più intelligenti degli animali di cui
controllano l’esistenza: pecore e cani non parlano, ma leggono,
scrivono, escogitano piani e stratagemmi, mentre i loro antagonisti
umani si lasciano gabbare con facilità da travestimenti improbabili e
manovre diversive, in un crescendo di comicità surreale. Gli animali
sono descritti sia per le loro caratteristiche “naturali” (i maiali
ingordi, il cane fedele, le pecore sempre unite nel gregge), sia con
tratti individuali che li rendono personaggi autentici (il papero che
si fa corrompere, il cane esageratamente ligio alle regole, e
ovviamente Shaun, pecora indipendente e brillante). C’è un affetto
importante e duraturo fra il fattore e le sue pecore (senza contare il
fedele cane Bitzer), che apre e chiude la vicenda, un equilibrio
rassicurante che ci fa pensare alla fattoria come ad una sorta di
giardino dell’Eden in cui uomini ed animali possono convivere in
armonia. Il risultato è un film fresco, giocoso, con personaggi
irresistibili ed un moderato tasso zuccherino che non lascia
intossicati.
Stefania De Zorzi.

marzo 11, 2015 at 12:53 pm Lascia un commento

I DVD PIU’ VENDUTI AD ALPHAVILLE NEL MESE DI FEBBRAIO

1 STUCK IN LOVE  –Josh Boone

STUCK IN LOVE

2 THE EQUALIZER   –Antoine Fuqua

EQUALIZER

3 NAKED  –Mike Leigh

naked.15128

4 LA PAURA MANGIA L’ANIMA   –Rainer Werner Fassbinder

PAURA MANGIA

5 IN ORDINE DI SPARIZIONE  –Hans Petter Moland, Hans Petter Molan

IN ORDINE

marzo 9, 2015 at 7:21 pm Lascia un commento

RE-RECENSIONE “VIZIO DI FORMA” “Paul Thomas Anderson” di Stefania De Zorzi

 

viz 3

La nostra percezione della realtà ha fondamenti logici e oggettivi, in
quanto riflette una struttura interpretabile per la psiche umana? O
invece le percezioni sono il frutto dell’alterazione di un mondo fuori
da noi che rimane inconoscibile e dominato da casualità e da
meccanismi incomprensibili? “Vizio di Forma”, film diretto da Paul
Thomas Anderson, adattato dal libro di Thomas Pincheon, esplora il
mondo allucinato del detective Larry “Doc” Sportello/Joaquin Phoenix,
investigatore privato nella Los Angeles del 1970, che viene contattato
dall’ex-fidanzata, la sensuale Shasta Fay/Katherine Waterstone. La
ragazza è l’amante di un palazzinaro milionario e senza scrupoli,
Mickey Wolfmann/Eric Roberts, che potrebbe diventare vittima della
moglie e dell’amante di lei, intenzionati a ricoverarlo in manicomio
per impossessarsi dei suoi beni. Da questo punto di partenza si
moltiplicano eventi e personaggi, fra contrabbando di droga, dentisti
tossici e libertini, poliziotti frustrati, sassofonisti infiltrati
della polizia e costretti ad abbandonare la propria famiglia,
malviventi con la svastica tatuata in viso ed un’astrologa amica del
protagonista, Sortilège, voce narrante che interpreta con dolcezza ed
ironia le peripezie della storia affidandosi alle congiunzioni
astrali. Già dopo breve tempo diventa difficile se non impossibile
tenere le fila della trama, in cui la proliferazione labirintica di
informazioni e personaggi fa dubitare della coerenza narrativa, se non
addirittura della loro “reale” esistenza all’interno della storia.
Joaquin Phoenix è grandioso nell’interpretare un detective hippy che,
con lo sguardo stralunato ed il cervello annebbiato dall’uso massiccio
di spinelli, arranca faticosamente fra indizi sparsi come le tessere
di un puzzle, in ritardo nelle sue conclusioni rispetto allo
spettatore, tragicamente innamorato per “vizio di forma” (in realtà
“vizio intrinseco”) della bella Shasta. Il vizio di forma è
l’inevitabile, quella parte di realtà su cui non abbiamo controllo e
che annulla ogni contratto, ogni tentativo di organizzazione del
mondo. Quasi tutti i personaggi fanno uso di droghe per affrontare il
quotidiano, sia esso borghese o hippy, ricco o povero, il sogno
americano che, comunque lo si guardi, o non viene mai raggiunto, o ha
le connotazioni dell’incubo. Anderson smonta con abilità la
convinzione dello spettatore di saper leggere la storia, di arrivare
al bandolo della matassa, in una narrazione che sembra trasformarsi e
perdersi lungo sentieri secondari man mano che ci si inoltra in essa.
A tratti, nelle oltre due ore e venti di durata del film, lo
sfilacciamento logico, l’incertezza su ciò che è reale e ciò che è
semplicemente un delirio onirico sono frustranti, quasi intollerabili:
per godere della visione bisogna fare lo sforzo di abbandonarsi nel
trip prolungato del protagonista senza guardarlo dall’esterno, e
accettare alla fine l’uscita dal labirinto e la sua ritrovata felicità
senza avere ben compreso che strada si è percorsa per arrivarci. Da
vedere, con la dose di pazienza di chi affronta un rompicapo
affascinante senza avere la pagina delle soluzioni a portata di mano.

INHERENT VICE viz 2

marzo 7, 2015 at 4:45 pm Lascia un commento

Articoli meno recenti


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
marzo: 2015
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Blog Stats

  • 135,171 hits

Commenti recenti