AVENGERS (INFINITY WAR) di Anthony e Joe Russo – recensione di Stefania de Zorzi –

maggio 5, 2018 at 10:30 am Lascia un commento

avengers

In “Avengers: Infinity War”, i fratelli Anthony e Joe Russo, coadiuvati dagli sceneggiatori Christopher Marcus e Stephen McFeely, portano alle estreme conseguenze il concetto della squadra di super-eroi in lotta per il bene dell’umanità: sia per la formazione alquanto allargata di beniamini del mondo Marvel, sia per i confini entro cui la squadra opera, o meglio per l’assenza degli stessi, visto che il teatro dell’azione ha come limite il cosmo.
Thanos/Josh Brolin, titano crudele dotato di poteri semi-divini, intende impossessarsi di tutte le gemme dell’infinito, grazie alle quali potrà diventare il dominatore dell’Universo e realizzare le proprie apocalittiche ambizioni. Sul suo cammino trova come ostacolo irriducibile gli Avengers e i Guardiani della Galassia, che devono vedersela anche con gli spietati emissari dell’Ordine Nero, inviati da Thanos in avanscoperta a recuperare le gemme.
Sulla carta e per tutto il primo tempo sembrerebbe la realizzazione del classico cross-over Marvel, anche se più espanso e articolato del solito, nel quale l’interesse principale è per i duelli fra gli eroi di turno e i cattivi, allo scopo di salvare il mondo da qualche folle e sovrumana minaccia. Tuttavia nella seconda parte il film si incupisce ed evolve in una direzione quasi religiosa, perché Thanos, come suggerisce il nome, aspira a diventare un dio della morte ed opera con una logica che ricorda in modo inquietante il tema contemporaneo dello sfruttamento delle risorse da un lato, e concetti e citazioni dell’AnticoTestamento e del Taoismo dall’altro.
E’ Thanos il vero grande protagonista del film: molto più dei vari Thor/Chris Hemsworth, Spider-Man/Tom Holland, Star-Lord/Chris Pratt, Capitan America/Chris Evans, fascinosi e simpatici, ma un po’ persi in una frantumazione di personaggi che faticano a superare la bidimensionalità. Gli tengono testa, almeno in parte, Iron-Man/Robert Downey Jr e il Dottor Strange/Benedict Cumberbatch, dotati di un carisma attoriale che supera le battutine auto-referenziali; poco più che decorativa invece la presenza di Vedova Nera/Scarlett Johansson.
E’ un Marvel forte, che lascia scosso lo spettatore, quasi come il “Logan” dell’anno scorso: non privo di difetti (qualche ridondanza nei duelli prolungati, i dialoghi spesso parodistici, la moltiplicazione esponenziale di personaggi e luoghi), capace però di far presa su un livello profondo, quello dello scandalo e del terrore per il Grande Mietitore umanizzato da una lacrima, così come di momenti divertenti (sopra a tutti, il duetto fra Thor e Star-Lord). Le scenografie, molto belle, hanno una qualità che supera il fumettistico e raggiunge il pittorico: malgrado gli eccessi di coralità e l’incongruenza a tratti di toni allegri e drammatici, “Infinity War” è un film da vedere, armati di pazienza nell’attesa del sequel fra un anno esatto.

Entry filed under: Notizie.

In occasione dell’uscita in dvd della Palma d’oro 2017 pubblichiamo la recensione di “The Square” di Marco Zanini L’isola dei cani di Wes Anderson recensione di Stefania De Zorzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
maggio: 2018
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivi

Blog Stats

  • 154.574 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: