Animali fantastici e dove trovarli di David Yates -recensione di Stefania De Zorzi-

dicembre 18, 2016 at 11:08 am Lascia un commento

poster-anima

Animali fantastici e dove trovarli” realizza un sogno dell’infanzia:
quello della valigia/scatola dall’aria comune (meglio anzi se vecchia
e logora), che contiene tesori, e permette l’esplorazione di mondi
magici. Newt Scamander/Eddie Redmayne, magi-zoologo malvisto nella
natìa Inghilterra, arriva a New York portandosi appresso una valigia
da cui fuggono alcune delle creature fantastiche, che egli
segretamente alleva e custodisce. Prima rivale e poi alleato di Tina
Goldstein/Katherine Waterston, e della sorella Queenie/Alison Sudol,
nonché dell’aspirante pasticcere Jacob Kowalski, deve affrontare
pericoli mortali sia nella stretta cerchia dei maghi, sia al di fuori
di essa. David Yates, supportato dalla bella sceneggiatura di J.K.
Rowling, riesce nel non facile compito di dare corpo e autonomia al
prequel della saga di Harry Potter, dirigendo un film su più livelli:
adatto ai bambini, che possono divertirsi con la parata di animali
fantastici, con le numerose parentesi comiche, e naturalmente con le
prodezze dei maghi, ma anche agli adulti. Laddove il meraviglioso
diventa mito (con risvolti ecologici), e il mostro di turno,
l’Obscurus, è stato generato dalle cattive azioni di altri abominii
che di umano hanno solo l’aspetto. Il cast annovera volti noti ma non
troppo (con l’eccezione del bieco Percival Graves/Colin Farrell e di
Henry Shaw/Jon Voight, oltre a un cameo finale che è meglio non
rivelare), meno perfetti, ma più realistici dei replicanti dalle
sembianze quasi divine, cui ci ha abituato molto cinema hollywoodiano.
Ci sono strizzatine d’occhio anche a “I Guardiani della Galassia”
(l’Asticello ricorda il baby-albero nella sequenza finale) e agli
X-Men (il contrasto fra umani e super-umani, in questo caso maghi). Da
vedere, magari andando a rileggere per l’occasione il Bestiario
Fantastico di Borges.

Annunci

Entry filed under: Notizie.

Sing Street di John Carney recensione di Stefania De Zorzi Captain Fantastic di Matt Ross -recensione di Stefania De zorzi-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Blog Stats

  • 138,357 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: