Black Sea di -Kevin Macdonald-

aprile 28, 2015 at 12:50 pm 1 commento

Black sea

E’ un Mar Nero di nome e di fatto, quello in cui si svolge la trama
dell’ultimo film diretto da Kevin Macdonald, “Black Sea”:
Robinson/Jude Law, ex capitano di sottomarini, licenziato senza troppi
complimenti dalla società per cui ha lavorato undici anni, convince un
ambiguo uomo d’affari a finanziare il recupero del favoloso carico
d’oro di un U-Boot nazista, affondato nel Mar Nero durante la Seconda
Guerra Mondiale. Dopo aver radunato un equipaggio eterogeneo, composto
in parte da inglesi e in parte da russi, Robinson si mette alla guida
di un decrepito sottomarino; durante la missione di recupero la
convivenza dei membri della ciurma così rapidamente improvvisata si
rivela però impossibile, scatenando un gioco al massacro, in cui di
volta in volta mutano vittime e carnefici. Macdonald dirige un solido
dramma d’azione tutto al maschile quanto a interpreti e a sentimenti
in gioco, in cui il sottomarino diventa lo scenario di conflitti di
varia natura: da quello etnico-linguistico fra inglesi e russi, alla
lotta di classe fra il “banchiere” Daniels ed il resto
dell’equipaggio, per finire con il contrasto fra Robinson, accecato
dalla prospettiva dell’oro e di un riscatto individuale altrimenti
impossibile, e i propri uomini, desiderosi solo di sopravvivere. Il
dramma è condizionato da una forte critica sociale, che vede quasi
tutti i membri dell’equipaggio, pur con le loro ossessioni e
debolezze, vittime di un sistema che li ha sfruttati e stritolati. Ex
capitani di sottomarini, sommozzatori di profondità, esperti di sonar,
si ritrovano, fuori dall’ambiente militare in cui hanno brillato per
coraggio e competenza, ad arrabattarsi con impieghi di fortuna,
privati di colpo della propria dignità professionale ed umana.
MacDonald non è così ingenuo da mostrarli come totalmente innocenti,
in quanto ognuno di essi ha un lato d’ombra sufficiente a provocare la
rovina propria e altrui, innescando così anche le numerose svolte
della trama. Il film è teso e avvincente dall’inizio alla fine, in un
crescendo esponenziale di ansia claustrofobica negli ambienti
ristretti e nei cunicoli oscuri del vecchio sottomarino, che lascia lo
spettatore letteralmente boccheggiante, a desiderare l’emersione dagli
abissi tanto quanto lo sfortunato equipaggio. I dolci ricordi
familiari di Robinson risultano a tratti appiccicati, e la critica
sistematica al mondo dei ricchi un po’ didascalica; tuttavia il film è
ben diretto ed interpretato, con una trama priva di fronzoli ma
attenta ai dettagli.

Stefania De Zorzi

Annunci

Entry filed under: Notizie.

Sufjan Stevens -Carrie & Lowell- il nuovo album recensito da Paolo Ligutti I DVD PIU’ VENDUTI AD ALPHAVILLE NEL MESE DI APRILE

1 commento Add your own

  • 1. blues and brothers  |  marzo 24, 2016 alle 2:44 am

    I think what you said was very logical. But, consider
    this, what if you were to write a awesome headline?
    I ain’t suggesting your content isn’t good.,
    however suppose you added a post title to maybe grab folk’s attention? I mean Black Sea di -Kevin Macdonald- | Alphaville Piacenza – Musica e DVD is kinda plain. You
    might glance at Yahoo’s home page and note how they write article
    headlines to grab viewers to click. You might add a related video or a pic
    or two to grab people interested about everything’ve written. Just my opinion, it would bring your website a little livelier.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
aprile: 2015
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Blog Stats

  • 132,640 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: