RECORD STORE DAY

aprile 19, 2013 at 9:55 am Lascia un commento

 

Quando vorresti che un’eccezione diventasse una nuova regola, una nuova abitudine.

Il Record Store Day arriva una volta all’anno, in un giorno di aprile in cui il nostro Alphaville lustra le gloriose insegne, arricchisce gli scaffali e si unisce a quel fiero plotone di indipendenti che in tutto il mondo celebrano il disco. Da Rough Trade East a Third Man Records passando per Honest Jon’s Records e tutte le realtà (a chiamarli “punti vendita” saltan fuori pruriti allergici) che credono, prima ancora che nel supporto, nella musica. Senza di lei il solco è vuoto e il laser impressiona una superficie inerme. Quando invece su quel dischetto di plastica ora tanto demodè e su quel generoso e scuro padellone si schiantano i suoni che amiamo, quelli che ci cullano o ci eccitano, quelli che ci fanno sentir vivi o ci consegnano alle tenui ombre di un terrestre oblio, allora ci accorgiamo che tutto ha più senso. Ha senso la fisicità di un feticcio che domani, sabato, sarà il fulcro di un tributo quasi universale. Ha senso l’artwork che stringe dentro sè l’esotismo di suoni esclusivi, rari. Pepite da coccolare e conservare in un mondo in cui il suono è anche ingombrante sovrastruttura.

I dischi invece ci insegnano che il suono talvolta sa persino farsi da parte, amante incestuoso del silenzio. Il suono sa imitare il rumore, se vuole, oppure è capace di mutare forme, allucinatorio nettare psichedelico. Ebbene, questi dischi, queste pepite hanno nomi, cognomi, sigle, pseudonimi. Si chiamano Nick Drake, Velvet Underground, Verve, Ben Harper, Grateful Dead, King Creosote, Bruce Springsteen… E hanno altri nomi ancora, magari meno altisonanti ma non per questo meno preziosi. Sono loro le pubblicazioni esclusive del Record Store Day 2013.

Il groove è misterioso e gira, pungolato dalla sottile puntina. Si ascolta, si interpreta. Per  accoglierlo servono orecchie capienti e cuori allenati. Poi ognuno di noi chiuderà il cerchio a suo modo: sognando, immaginando, uscendo da sè stesso. Mentre il disco gira, gira, gira…

Emiliano Raffo

Annunci

Entry filed under: Notizie.

Iron & Wine – Ghost on ghost ( cd – lp ) Bonobo – The North Borders ( cd – lp )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Blog Stats

  • 132,531 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: