Cat Power – Sun ( cd – lp )

settembre 10, 2012 at 5:43 pm 1 commento

Sun è probabilmente l’album che Cat Power avrebbe voluto realizzare da parecchio tempo, ma solo ora ha trovato una compiuta via d’uscita. L’impatto iniziale è spiazzante: trattasi di un lavoro molto elettronico, per lo più orecchiabile. spiazzante a maggior ragione dato che la songwriter americana non è mai stata un’autentica trasformista, che la sua carriera è stata abbastanza fedele a un minimalismo tormentato, confidenziale. A ben vedere, però, abbiamo con una naturale evoluzione. Dal classicismo di The Greatest, amplificato dalla raccolta di cover Jukebox, a un palmo dalla maniera – il percorso è andato avanti per passaggi, non per strappi. Basti pensare a Crazy degli Gnarls Barkley reinterpretata varie volte dal vivo. Chan Marshall ha sempre amato la musica black, derive street comprese, così come ha sempre sognato rappare: finalmente lo fa nella filastrocca 3, 6, 9 o nella sporca, incalzante Peace and love. Come se non bastasse, il fatto di comporre, suonare e produrre tutto da sola- eccetto il mix di Philippe Zdar, già con Cassius e Phoenix- si riallaccia a certe sperimentazione ritmiche di You are free nonchè all’autarchia degli albori, quando bastava una voce di velluto, accompagnata da chitarra o piano, per stendere al tappeto. Da Cherokee, che omaggia le proprie origini, a Ruin, che introduce l’impegno sociale, si avverte un’apertura verso l’esterno, un’immediatezza e un ottimismo che fino a poco fa sarebbero stati impensabili (la title track, la propositiva Real life, il dilatato mantra Nothing but time). Se il rock blues aggressivo di Silent machine rammenta i Black keys, la componente sintetica si fregia di venature etno, di influssi tribali non troppo dissimili dai primi Yeasayer. Non che la tristezza, ad ogni modo sia accantonata, dalla spettrale Always on my own alla decadente Manhattan. Perchè il sole riscalda e mette di buon umore, ma non bisogna dimenticare che i suoi raggi possono essere così intensi da ustionare.

 

Elena Raugei (Il Mucchio Selvaggio)  

 

Sun – Cat Power

 

“Sun” è il disco d’esordio di Chan Marshall, cantautrice proveniente dalla Georgia nonché figlia d’arte. Suonato interamente da lei grazie ai più noti software per computer, l’album presenta i tipici pregi e difetti degli artisti alle prime armi. Gran voglia di comunicare e di farsi conoscere al mondo con uso di volume elevato, canzoni con ritmi sostenuti, arrangiamenti moderni e invasivi, qualche concessione – seppur molto personale – all’hip-hop. Ai primi ascolti, i pezzi risultano decisamente piacevoli grazie alla brillantezza del suono (in special modo il singolo “Ruin” e “Cherokee”) ma perdono progressivamente forza col passare del tempo, dando l’impressione di essere incompiuti e incisi in maniera frettolosa. L’aggettivo più adatto per descrivere questo album è “superficiale”. Si scivola appunto in superficie portati per mano da suoni prefabbricati che coprono una voce meravigliosa che non avrebbe per nulla bisogno di tutti quegli orpelli artificiali. L’unico momento di vera grande emozione sorge con la canzone “Nothin But Time”, più di dieci minuti dedicati a Lucia, la giovane figlia del suo ex compagno, alla quale ha fatto da mamma per quattro anni. Un pezzo finalmente sentito che va in profondità, splendido e luminoso, in cui fa la sua comparsa il primo strumento vero, quel pianoforte che la Marshall dimostra di saper suonare. Si tratta comunque di un disco che fa ben sperare per il futuro di questa ragazza di sicuro talento, soprattutto se troverà il modo di esprimere davvero sé stessa tramite le canzoni. Di certo non avrà più bisogno di suoni di plastica usati quasi per intontire, ma solo della sua voce e di arrangiamenti più equilibrati, come già dimostra la versione alternativa di “Cherokee” disponibile solo su iTunes, infinitamente superiore a quella che apre l’album.

 

Giovanna Tofanelli

Annunci

Entry filed under: News Musica, Recensioni Musica.

James Yorkston – I was a cat in a book ( cd – 2lp ) Quasi amici di Olivier Nakache e Eric Toledano ( dvd e b-ray )

1 commento Add your own

  • 1. http://plirofories.edublogs.org/  |  luglio 17, 2013 alle 5:52 am

    I was suggested this website by means of my cousin.

    I am no longer positive whether this put up is written through him as no one else understand such designated approximately my difficulty.
    You are amazing! Thanks!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
settembre: 2012
L M M G V S D
« Lug   Ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Blog Stats

  • 134,445 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: