Horrors – Skying ( cd – lp )

luglio 28, 2011 at 11:09 am Lascia un commento

Arriva finalmente sui banchi dei negozi l’attesissimo terzo album della compagine londinese. Forse per giocare d’anticipo su pettegolezzi e indiscrezioni formicolanti (sempre più in voga e fuori controllo nell’era del leak impenitente e a cuor leggero), il quintetto ha pensato bene di mettere a disposizione degli ascoltatori lo streaming integrale di “Skying” sul proprio sito ufficiale. La band guidata dal taciturno Faris Badwan (uno che ha sempre ascoltato almeno un disco in più rispetto a chi ha il gramo compito di tentare di descrivere e raccontare la sua musica) si trova del resto di fronte a uno snodo particolarmente sensibile e delicato di una carriera fulminante, iniziata appena cinque anni fa. Dopo un album complesso e totalizzante come Primary Colours, le aspettative nei confronti dei cinque albionici sono, ragionevolmente, elevatissime, e se qualcuno già si annoda un bavaglio attorno al collo con la bava alla bocca, qualcun altro nel frattempo, c’è da scommetterci, affila rumorosamente i coltelli, sogghignando in attesa della prevista debacle. D’altra parte si sa: da un grande potere derivano grandi, a volte addirittura smisurate, responsabilità (è il bello del gioco, in un certo senso).

Responsabilità alle quali gli Horrors rispondono portando il discorso da tutt’altra parte, attraverso un album denso e labirintico, immaginato e costruito ingranaggio su ingranaggio nel loro studio, in completa autarchia creativa. Come già l’incredibile singolo “Still Life” (più U2 degli ultimi U2) ha annunciato a trombe spiegate, “Skying” è un album che dimentica le distorsioni e il rumore granuloso ripiegato a falde e strati spessi del precedente “Primary Colours”.
Gli Horrors hanno fatto del camuffamento un’arte più raffinata e temeraria della verità, questo è noto, ogni loro creazione è infatti una ri-creazione e ogni loro suono una magnifica ri-sonanza di altri suoni galleggianti nella nostra memoria inconscia come spettri. In tutto ciò risiede, in senso stretto, la potente contemporaneità della band e da questo punto di vista gli Horrors restano perfettamente coerenti alla poetica che sin dall’inizio ne ispira le gesta, riposizionando i propri territori di caccia in un immaginario new wave che non potrebbe intendersi e volersi più classico e ortodosso. L’immaginario romantico e declamante dei Simple Minds (sentite la splendida “I Can See Through You”, quasi un omaggio programmatico) così come di Psychedelic Furs, Chameleons, Danse Society, Theatre Of Hate o Sad Lovers And Giants, tanto per intenderci.

Degli antichi retaggi sopravvivono certe code o ouverture psichedeliche tendenti all’ampia veduta strumentale, che mettono bene in evidenza il gusto e la raffinata eleganza esecutiva della band (si considerino l’atmosferica “Endlees Blue”, la bellissima “Moving Furher Away”, con le sue liquide pennellate di synth in dissolvenza, o “Oceans Burning”, ai limiti del dream-pop) ma, nel complesso, “Skying” brilla di una bellezza propria e diversa, né superiore né inferiore rispetto a quanto già dimostrato dalla band in passato. Si dirà forse che c’è meno introspezione e più forma, meno dolore e più superficie, ma canzoni come “Dive In”, “Monica Gems” o “Wild Eyed” parlano da sole: il gruppo ha ormai conseguito un’identità che si compone di infinite e vertiginose similitudini, consegnando alle orecchie dell’ascoltatore un frutto maturo e agrodolce, generato da innesti multipli di sapori ed essenze combinate tra loro.
Per tutte queste ragioni (e per tante altre, che scoprirete o non scoprirete ascoltando): lunga vita agli Horrors.

Francesco Giordani (www.ondarock.it)

Annunci

Entry filed under: News Musica, Recensioni Musica.

Into paradiso di Paola Randi ( dvd ) Tutti dicono I love you di Woody Allen ( dvd )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
luglio: 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Blog Stats

  • 139,531 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: