Archive for aprile 3, 2010

Robyn Hitchcock & The Venus 3 – Propellor Time ( cd – lp )

Ci sono diversi motivi per apprezzare o amare Robyn Hitchcock.  La coerenza musicale, l’essere fuori da ogni moda, sempre e comunque. Oppure il suo recupero di suoni retrò, soprattutto quelli della psichedelia inglese e del folk rock. Il suo saper scrivere grandi canzoni. E anche le sue collaborazioni: “Propellor time” è il terzo di tre progetti discografici incisi assieme ai Venus 3 alias Peter Buck e i due side-men dei R.E.M. , Scott McCaughey e Bill Rieflin.
I “remmiani” troveranno in questo album, ancora più che negli altri due, quel suono che Buck ha quasi abbandonato nella band, ovvero i delicati arpeggi di chitarra elettrica a 12 corde. Poi, certo, nel disco c’è un altro mago della chitarra arpeggiata, Johnny Marr (Smiths, che firma e suona “Ordinary millionaire“), e c’è John Paul Jones (Led Zeppelin. Ma la verità è una sola: Robyn Hitchcock fa buona musica, ognuno ci trovi quello che vuole. “Propellor time” in realtà è stato scritto e inciso tra il primo episodio di questo trittico, “Olé Tarantula” (2006) e “Goodinight Oslo”, uscito l’anno scorso. Ed è probabilmente il migliore del pacco, grazie soprattutto alle canzoni, come il power-pop “Sickie boy“, grazie a quell’atmosfera demodé che è fatta anche di ballate folk e atmosfere più rarefatte. Atmosfera che fa dividere il CD in due “side” o che si manifesta con quel vezzo di un recitato alla fine in cui viene presentata la band, poprio alla fine di “Sickie boy“. Ma questi ultimi sono appunto vezzi, in linea con una proposta inattuale, ma proprio per questo affascinante come poche altre.

Gianni Sibilla (www.rockol.it)

aprile 3, 2010 at 12:18 pm Lascia un commento


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
aprile: 2010
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Archivi

Blog Stats

  • 155.118 hits