Dead Weather – Horehound ( cd – 2lp )

settembre 5, 2009 at 5:27 pm Lascia un commento

Ogni anno mi pongo una sfida da vincere in campo musicale: trovare un album di musica rock che mi piaccia. Banditi tutti gli album imberbi e adolescenziali, ovviamente, nonché quelli suonati anche da Dio da vecchi scoreggioni che però compongono la stessa canzone da anni (sì, come Bruce Springsteen). Tra i “vincitori” degli scorsi anni ricordo i Jon Spencer Blues Explosion (Acme) e Otis Taylor (Definition of a Circle), autori di canzoni potenti e, soprattutto, non banali, elemento fondamentale per non smascellarsi di noia già al primo (e unico) ascolto. Questa volta il trofeo va nelle mani dei quattro componenti dei Dead Weather, un supergruppo composto da Alison Mosshart dei Kills, Jack Lawrence dei Raconteurs, Dean Ferita dei Queens of the Stone Age e Jack White dei White Stripes…e credetemi, non ci avrei scommesso un centesimo. Con Horehound, i Dead Weather riescono esattamente nell’intento di suonare in maniera poderosa canzoni rock dalla struttura diversa dal solito, dando all’ascoltatore quel “kick” che si richiede da album di questo genere. La stampa specializzata, abituata a usare l’hype e ad ascoltare i promo è riuscita a inanellare varie inesattezze. Il gruppo non è uno spin-off dei White Stripes e Jack White non è la firma principale dietro le sue canzoni. E’ invece la Mosshart a scriverne la gran parte e a cantarle praticamente tutte, mentre White si ferma a una canzone tutta sua (un convincente ibrido rock-reggae Cut like a Buffalo) e a tre collaborazioni. Tornando alla stampa, notevole anche il recensore di Q che non sa che New Pony è una cover di Bob Dylan, che il gruppo rifà in maniera convincente ma non superiore all’originale. Non vi serve sapere altro: questo album “spacca”, per usare lo slang ggiovane di oggi.

Piccola curiosità: il modo di cantare della Mosshart in Hang you from the Heavens mi ha spinto a riascoltare un vecchio gruppo degli anni ’80, i Missing Persons dei coniugi Bozzio e Warren Cuccurullo. La nostalgia canaglia che provo verso il loro album d’esordio – Spring Session M del 1982, uno dei primissimi che acquistai quasi trent’anni fa – di rock-new wave Losangelina mi spinge a scrivere che mi ricordano i Horehound anche se non è certamente così. Non fateci caso.

 

Voto: 8

 

crisgras

Annunci

Entry filed under: News Musica, Notizie, Recensioni Musica.

Arctic Monkeys – Humbug ( cd – lp ) L’Onda di Dennis Gansel ( dvd )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
settembre: 2009
L M M G V S D
« Lug   Nov »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Blog Stats

  • 135,116 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: