Archive for giugno 26, 2009

Domenica, maledetta domenica di John Schlesinger ( dvd )

Gli ultimi anni della Swinging London, ancora segnati dagli influssi della rivoluzione dei costumi e del ribellismo del ’68, sono mirabilmente dipinti dal regista inglese John Schlesinger in una delle pellicole più apprezzate della sua carriera, “Domenica, maledetta domenica”. Sceneggiato da Penelope Gilliatt, il film è costruito attorno alle piccole vicende quotidiane di tre personaggi, uniti fra loro in un insolito triangolo amoroso: un legame intenso ma quanto mai fragile, che spesso non fa che accentuare quel soffocante senso di insoddisfazione e di solitudine che grava sulle loro esistenze.

Daniel Hirsh (Peter Finch) è un medico omosessuale di mezza età, proveniente da una stimata famiglia ebraica, che sogna di sfuggire ai suoi pazienti ipocondriaci partendo per una romantica vacanza in Italia. Alex Greville (Glenda Jackson) è una piacente impiegata sopra i trenta, separata dal marito, che accetta di badare per un week-end ai figli di una coppia di amici radical-chic. Daniel ed Alex non si conoscono personalmente, ma entrambi sono gli amanti di Bob Elkin (Murray Head), un giovane designer vanesio che passa con disinvoltura dall’uno all’altra, ma alla fine li abbandonerà tutti e due per trasferirsi in America. Questa duplice storia d’amore è raccontata da Schlesinger con tono delicato e minimalista, che ci descrive brevi momenti di felicità intervallati da lunghe attese cariche di malinconia.

La confusione sentimentale dei protagonisti, aggrappati ad un rapporto a metà del quale tuttavia non possono fare a meno, è accentuata da un’ineluttabile incapacità di comunicare, che trova una sua emblematica rappresentazione nella segreteria telefonica che fa da tramite alle frustrazioni, alle speranze e alle nevrosi dei personaggi. La straordinaria accuratezza dell’introspezione psicologica è sottolineata dalle eccellenti interpretazioni di Finch e della Jackson, nei ruoli dei due amanti delusi che, in una “maledetta domenica” come tante altre, si scopriranno a condividere lo stesso dolore. Indimenticabile lo struggente monologo finale pronunciato da Peter Finch direttamente verso la cinepresa.

giugno 26, 2009 at 4:23 PM Lascia un commento

Valzer con Bashir di Ari Folman ( dvd )

Due amici, Ari e Boaz, ex-soldati, si scambiano, in un bar, riflessioni e ricordi sulla guerra. Boaz è tormentato da un sogno ricorrente in cui alcuni cani inferociti tentano di assalirlo, Ari invece si accorge di non aver alcun ricordo di un tragico episodio di cui fu testimone durante la guerra.

Su consiglio dell’amico, Ari inizia un viaggio a ritroso nel tempo utilizzando le memorie dei suoi commilitoni per ricomporre il ricordo di quei giorni frammentato e quasi totalmente rimosso.

Così tra racconti, sogni e traumi rimossi Ari ricomporrà frammento dopo frammento quel tragico giorno, e non potrà non essere investito dalla violenta e nauseabonda marea di emozioni di una lunga ed infinita guerra senza vincitori.

Coraggioso e riuscito esperimento questa Bio-docu-fiction animata del regista Ari Folman, che si dimostra sensibile autore capace di trasmettere le proprie emozioni attraverso qualsiasi forma di espressione artistica, anzi riuscendo a miscelare tecniche diverse che raggiungono un perfetto equilibrio, trasmettendo suggestioni che solo il sogno ed ricordi personali riescono a fare.

Un tragico ricordo rimosso e la voglia di condividere un malessere vissuto dal di dentro, sono i due inneschi emotivi che mettono in moto un suggestivo racconto fatto di colori, suoni, e immagini evocative che ben riescono a dimostrare come l’inutilità della guerra distrugga non solo i corpi, ma anche l’inconscio che in cerca di una difesa rinuncia a metabolizzare un’intollerabile sequela di mostruosità senza senso, scegliendo quindi di cancellarne ogni traccia così da poter continuare a tollerare il vivere quotidiano.

giugno 26, 2009 at 4:17 PM 1 commento


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
giugno: 2009
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivi

Blog Stats

  • 181.706 hits