Il Petroliere di Paul Thomas Anderson ( dvd )

ottobre 1, 2008 at 7:50 pm Lascia un commento

Il titolo originale de Il petroliere assicura che “ci sarà sangue”, e una simile promessa non può certo cadere nel vuoto: nella vita di Daniel Plainview il sangue scorre copioso quanto il petrolio che abilmente fiuta nel sottosuolo, e proprio sul sangue egli fonda la sua fortuna; il sangue di chi, lavorando, si è inconsapevolmente sacrificato alla trivellazione di un pozzo, oppure il sangue di chi è vittima della vendetta, e di una furia ben più animalesca che umana. Ma forse a fluire è il sangue di un’intera nazione, mentre il successo di uno diventerà, nel tempo, il successo di pochi.
Dopo averne raccontato l’attualità con i suoi variegati abitanti (da Boogie Nights a Magnolia), Paul Thomas Anderson guarda alle radici dell’amata California, addentrandosi nel momento in cui – fra il primo e il terzo decennio del secolo scorso – fiorì il benessere del più ricco stato americano, quando il sole ardeva sul terreno ancora incolto e sul legno di casupole fossilizzate nel nulla. Il romanzo Petrolio! di Upton Sinclair costituiva una sicura base di partenza, ma Anderson se ne è presto distaccato per indicare ai suoi personaggi una strada autonoma: così, immersa in una ricostruzione d’epoca sapientemente sporca, cinica e cattiva (ed esemplare tanto nei costumi quanto nei colori, di terrosa visceralità), si narra la storia di due ambizioni parallele, differenti solo all’apparenza. L’avidità materiale di Daniel Plainview e il fanatismo spirituale di Eli Sunday si sviluppano dallo stesso seme, godono dei medesimi successi e incarnano l’anima duplice di una nazione perennemente divisa fra l’uno e l’altro, ma ormai abituata a trarre vantaggio da entrambi, a seconda dei casi. Perché la perdita dell’innocenza, sembra dirci Anderson, si è verificata ben prima della guerra del Vietnam.
Potente e quasi epico, There Will Be Blood  ha il fascino del grande affresco (non solo per la durata, che in ogni caso non influisce sul ritmo), e impatta sull’immaginario di chi guarda con immagini a tratti memorabili: la sequenza dell’esplosione del pozzo, in tutta la sua drammatica e lirica spettacolarità, dimostra il nuovo grado di maturazione espressiva raggiunto da Anderson, sempre raffinato nella costruzione dell’inquadratura e nell’impiego delle musiche, mai così ossessionanti. E Daniel Day-Lewis, nel ritratto della “titanica” figura di Plainview, ovviamente giganteggia.

Lorenzo Pedrazzi da spazioFilm

Annunci

Entry filed under: Consigliato da Oreste, News Film, Notizie, Recensioni Film.

Mogwai – Hawk is howling ( cd + dvd – 2lp ) Bob Dylan – Tell Tale Signs ( cd – 2cd – 3cd – 4lp )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Iscriviti al gruppo Alphaville su Facebook
Vista il sito dell'Associazione CINEROAD
Videosettimanale telematico di attualità e cultura
il suono degli strumenti
ottobre: 2008
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Blog Stats

  • 136,561 hits

Commenti recenti


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: